(+39) 051 6523511 tgr@tgr.it

Ian Sagar è il perfetto esempio di cosa si intende per persona resiliente. A 17 anni è stato costretto a rimanere sulla sedia a rotelle in seguito a un incidente. Nonostante l’evento traumatico subito, Sagar non si è arreso e ha reagito con forza, diventando un campione internazionale di basket su carrozzina. Il giocatore ha deciso di raccontare la sua storia in un libro ‘’Le mie vite in gioco’’, edito da Add Editore e disponibile in libreria.

La vita di Ian Sagar

Nato a Sheffield, in Inghilterra, Ian Sagar ha visto la propria vita cambiare completamente nel 1999. In seguito a un incidente stradale in moto, si è infatti rotto la spina dorsale, rimanenedo sulla sedia a rotelle. Dopo aver iniziato a lavorare come venditore commerciale per una società che produce carrozzine sportive, Sagar ha iniziato ad appassionarsi al basket in carrozzina, che ha così incominciato a praticare. In breve tempo, quello che sembrava essere un semplice passatempo è diventato molto più di una semplice passione. Ian Sagar è infatti diventato protagonista sia in patria che all’estero, come ad esempio in Spagna con la formazione di Toledo o in Italia, dove attualmente gioca con la Briantea 84, società di Cantù. Con la nazionale inglese, ha vinto ben tre campionati europei nel 2011, 2013 e 2015, nonché il bronzo alle Paraolimpiadi di Rio di Janeiro del 2016.

Mai arrendersi di fronte alle avversità

Nelle pagine del libro ‘’Le mie vite in gioco’’, si può capire come Sagar non si sia mai arreso di fronte agli ostacoli che si è trovato davanti nel corso della sua vita, raggiungendo importantissimi traguardi. Il libro, che ha anche il merito di sfatare tanti falsi miti sulla disabilità e sullo sport, cerca inoltre di spiegare che cosa vuole dire avere il coraggio di affrontare la vita e lo fa in maniera egregia, fornendo così un prezioso messaggio per tutti i lettori.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This